Ultime notizie

WhatsApp: stop alla condivisione dati con Facebook in UE

17/11/2016

Con un inaspettato dietro front Facebook interrompe la condivisione di dati con WhatsApp a fini pubblicitari in tutta l’Unione Europea.

whatsapp stop condivisione dati facebook

Dopo che poco tempo fa Facebook aveva interrotto la raccolta dei dati WhatsApp nel Regno Unito, ora tocca all’Europa. Stop immediato alla condivisione di dati tra le due app fino alla conclusione delle indagini sulla presunta violazione della privacy degli utenti.

Facebook aveva annunciato l’intenzione di raccogliere i dati dall’applicazione di messaggistica istantanea WhatsApp nel mese di agosto, scatenando la preoccupazione degli utenti e delle autorità per la protezione dei dati, e in contraddizione con le assicurazioni fatte in precedenza.

WhatsApp può condividere numero di telefono, stato e nome. E la privacy?

Per questo, un certo numero di paesi ha chiesto a Facebook di fornire maggiori informazioni su come sarebbero stati raccolti e utilizzati i dati e una maggiore protezione. La richiesta si è poi trasformata in una vera e propria indagine in paesi come l’Italia e la Germania.

La condivisione dati tra Facebook e WhatsApp

“Abbiamo chiesto a Facebook e WhatsApp di sottoscrivere un documento per impegnarsi a spiegare meglio ai clienti come saranno utilizzati i loro dati, per dare agli utenti un controllo continuo su queste informazioni”,  ha detto Elizabeth Denham dell’Information Commissioner’s Office britannico.

Né Facebook né WhatsApp hanno ancora accettato l’invito, ma intanto è stata sospesa la condivisione dei dati a fini pubblicitari, anche se rimane per la lotta allo spam e per motivi amministrativi.

“Vogliamo dare alle persone l’opportunità di fare una scelta univoca e la possibilità di cambiare questa decisione in qualsiasi momento“, ha aggiunto Denham.

“Pensiamo che i consumatori meritano un maggior livello di informazione e protezione, ma finora Facebook e WhatsApp non ce lo hanno concordato.”

“Continueremo a insistere su questo, sia dal nostro ufficio e al fianco di altre autorità di protezione dei dati in tutta Europa, in particolare il Data Protection Commissioner irlandese, dove ha sede il quartier generale di Facebook nell’UE.”

Facebook ha acquistato WhatsApp per 11,4 miliardi di sterline nel 2014 e la paura iniziale era che l’applicazione di messaggistica istantanea avrebbe introdotto la pubblicità all’interno dell’applicazione. Tuttavia, questo non si è materializzato e WhatsApp ha addirittura eliminato l’abbonamento mensile rendendo l’applicazione gratuita al 100%.

Ora la condivisione dei dati e la possibilità per le imprese di contattare gli utenti sembrano essere la nuova strada con cui Facebook intende monetizzare 1 miliardo di utenti WhatsApp. Ma per farlo, serve la condivisione dati, al momento sospesa.





Potrebbero interessarti anche: