Ultime notizie

Come hackerare WhatsApp a distanza

06/03/2016

Esistono due tecniche per hackerare whatsapp WhatsApp di un altro senza avere il suo cellulare, sia su iPhone che su Android. Ecco come fare e come difendersi!

come hackerare whatsapp a distanza

Il tema dello spionaggio su WhatsApp è tanto ricercato quanto tutto da scoprire. L’app di messaggistica istantanea più famosa del mondo lo sa bene, e i suoi ingegneri sono continuamente a lavoro per aumentare i livelli di sicurezza del sistema. Con quali risultati? Ottimi direi, anche se il loro lavoro non ci lascia tranquilli da occhi indiscreti e da tentativi di entrare di nascosto nella nostra vita digitale. Non lo sanno in molti, ma è possibile anche hackerare WhatsApp a distanza. Leggere i suoi messaggi, vedere le sue conversazioni, le sue foto, i suoi video e altri dati personali anche senza avere il suo cellulare. Tutto questo grazie all’evoluzione della tecnologia.

E’ la cosa preoccupante è che spiare WhatsApp senza avere il telefono della vittima è davvero semplice. Non servono conoscenze informatiche, nessun codice o strana procedura. La notizia desta una certa preoccupazione. In un mondo fatto di tradimenti, di genitori che controllano i figli e di amici sospettosi, un’arma del genere è potentissima.

In questo post esaminiamo nei dettagli come fare per hackerare whatsapp WhatsApp di un altro senza avere il suo cellulare su iPhone e Android, e come difendersi.

Anche se spiare un telefono senza l’espresso consenso del proprietario del telefono controllato è illegale e punibile a norma di legge, è bene tenere gli occhi aperti.

Il post è diviso in due parti, con due guide specifiche per ogni modello di telefono. Sapere come funziona questo mondo è il modo migliore per evitare di diventare vittime di un attacco. Perché, come dice il proverbio, “la prudenza non è mai troppa”.

1#. Hackerare WhatsApp a distanza senza avere accesso al telefono della vittima | iPhone

spiare whatsapp a distanza su iphone

Esaminiamo il caso in cui il telefono della vittima sia un iPhone.

Fase 1: prima di procedere è necessario assicurarsi di avere l’ID Apple del telefono della vittima. Nel caso in cui non si dispone delle credenziali dell’ID Apple, non è affatto possibile spiare WhatsApp.

Fase 2: scaricare una buona applicazione per spiare WhatsApp. Tra le tante disponibili sul mercato, mSpy e altre app offrono la possibilità spiare WhatsApp di un altro senza installare nulla sul telefono della vittima e senza jailbreak.

Fase 3: scaricare l’app e seguire le indicazioni che si ricevono via posta elettronica per completare l’installazione.

Fase 4: entrare nel pannello di controllo, cliccare su Imposta un nuovo dispositivo e quindi su Impostazione di un nuovo telefono.

Fase 5: perspiare il telefono della vittima senza esserne in possesso, selezionare la voce iPhone (senza jailbreak) e avviare la procedura.

Fase 6: inserire, come richiesto, l’ID Apple del telefono della vittima e procedere con la verifica.

Fase 7: Questo è tutto, la procedura di installazione è completa. Adesso basta aspettare qualche ora è appariranno tutti i dati WhatsApp sul pannello di controllo. È tutto pronto per hackerare WhatsApp senza installare nulla sul telefono della vittima.

Come difendersi da questo attacco?

Forse è scontato dirlo, ma la privacy è così importante che va evidenziato: per evitare che qualcuno si intrufoli nel tuo telefono con questa tecnica, non rivelare a nessuno il tuo ID Apple. Non farlo neanche se i motivi sembrano guidati da buona intenzioni. Dietro questa richiesta potrebbe nascondersi la volontà di spiarti!

2#. Hackerare WhatsApp a distanza| Android

spiare whatsapp a distanza su android

Prima di procedere con questa guida, precisiamo fin da subito che non esiste una tecnica assoluta per spiare WhatsApp su Android a distanza senza avere il telefono della vittima. Questo tutorial per hackerare i messaggi WhatsApp su Android, però, spiega un esempio di un trucco per “fregare” la vittima, anche a distanza. Basta un po’ di furbizia e si può controllare il telefono di un altro anche senza entrarne in possesso.

Prima di procedere, è necessario avere a disposizione:

  • Una buona applicazione per spiare WhatsApp (come Spymaster Pro  o Flexispy).
  • Un PC Windows.
  • Java Runtime Environment and APK Icon & Name Changer installati sul computer.

Questo è tutto. Per sbirciare nella vita privata di un contatto WhatsApp non serve altro. Ti ricordo, però, che questa procedura di spionaggio, come tutte le altre, potrebbe violare le leggi sulla privacy del paese dove viene usata se non si non hai il consensoesplicito del proprietario del telefono

Ma torniamo alla procedura.

Fase 1: Il primo passo consiste nel scaricare una app come Flexispy e ricevere la licenza per usare l’applicazione. Quindi, sposta il file apk di Flexispy scaricato sul desktop.

Fase 2: a questo punto dovremo modificare l’icona e il nome del file apk di Flexispy, cambiandolo da “System Update” a “Guadagnare denaro’. Il termine System Update potrebbe infatti destare dei sospetti. E’ necessario “camuffare” il file.

Fase 3: oltre al nome, dovrai cambiare l’icona dell’applicazione, in modo che non venga riconosciuta. Scarica una qualunque immagine sul tema del denaro o salva l’immagine che trovi qui di seguito.

spiare WhatsApp senza il telefono della vittima

Fase 4: apri il file APK Icon Changer scaricato in precedenza, trascina al suo interno il file apk di Flexispy e carica la nuova immagine.

Fase 5: clicca su ApkTool e selezionare Properties.

Fase 6: cambia il nome dell’applicazione Flexispy con “Guadagnare denaro” o con qualche altro nome relativo al tema “guadagnare soldi”. Quindi clicca su “Pack Apk”.

Adesso che hai cambiato con successo il nome e l’icona della app spia, la vittima non potrà mai capire di cosa si tratta. E’ quindi il momento di usare un “trucco” per far sì che la vittima installi l’applicazione sul suo telefono.

Invia l’applicazione modificata via email alla vittima con un messaggio simile a questo: “un mio amico ha sviluppato una app per fare soldi e sta facendo un test per vedere come funziona”.

Invia dunque anche il codice di attivazione che hai ricevuto al momento dell’acquisto Flexispy e nella mail scrivi: “questo è il codice di attivazione per iniziare ad usare la app”.

Inoltre, scrivi anche: “questa applicazione controllerà quante volte usiamo i nostri cellulari e invierà un sondaggio dopo 10 giorni. Ogni sondaggio preleverà 10 euro. Quindi, per favore, attiva l’accesso come root a questa applicazione”.

Bene, il gioco è fatto. Anche se questa applicazione rimarrà attiva per soli 10 giorni, il tempo basta per spiare tutto quello che si vuole. Messaggi, immagini, video, ecc.. Come ho già detto, questo non è una vera e propria procedura per hackerare WhatsApp senza avere il telefono della vittima, ma si tratta di un escamotage ben elaborato che permette di avere accesso al telefono di un altro usando un piccolo tranello.

Come difendersi? Beh. Qui il discorso è uno solo: non fidarsi di applicazioni o programmi che non si conoscono. E, se proprio dobbiamo installare qualcosa di nuovo, ricordiamoci di verificare che quello che installiamo sul nostro telefono sia un programma o una app sicura. Se hai anche un solo dubbio, lascia perdere.

ATTENZIONE: Questo articolo è scritto a scopo puramente informativo. Hackerare il telefonino di una persona e spiarla è un reato punibile dalla legge. L’autore di questo articolo non si assume nessuna responsabilità circa l’uso illecito delle indicazioni che trovi in questa pagina.





Potrebbero interessarti anche:

  • Enrico Diana

    Io sto cercando un programma Gratis per Pc per spiare i messaggi di un altro utente di Whatsapp

    • Ciao Enrico. Ti ricordo che spiare i messaggi è illegale. In ogni caso, i programmi non sono gratuiti.

  • Enrico Diana

    Vorrei sapere se per pc c’e un programma Gratis per spiare le chat di Whatsapp di un altro utente oh un altro modo per spiare un utente come devo fare

  • Ivan De Rosa

    Ma non è che una volta inserite le credenziali iCloud nell’app, al telefono destinatario arriva una notifica che un determinato utente ha effettuato acceso al suo iCloud ??

    • No, non arriva perché non accedi realmente a iCloud, serve solo per l’accesso al telefono. In ogni caso, come è scritto nel post, bisogna avere il consenso esplicito per accedere a un telefono quindi bisogna informare.

    • Ro Sa

      ivan ci sei riuscito?

      • Ivan non risponde (al momento). In ogni caso, confermato che con mSpy non arriva alcuna notifica.

  • Sì, esistono dei modi. Per esempio, ci sono delle app che ti avvertono di eventuali “intrusioni” nel telefono. Tra queste, per Android c’è “Anti spy mobile”.

  • Ro Sa

    POSSO SAPERE L’APP CHE AVETE SCARICATO. GRAZIE